Perché i nonni viziano i nipoti

7678b455addcdaba7962b0bcc538bf33No, non è che mi piace vincere facile. Voglio dire, alla domanda “perché i nonni viziano i nipoti?” se si è nonni si risponde “Ma perché li adoriamo!”. Non c’è dubbio, ma la domanda è senza interrogativo quindi siamo qui a spiegarlo il perché. Va bene, ho capito, ho fatto un casino ma adesso spiego.

Perché i nonni viziano i nipoti?

PUNTO UNO – L’abbiamo già detto, perché li adorano. Più dei figli? Beh sì, di più. Primo perché i figli sono adulti e pur volendo loro tutto il bene del mondo, i loro, di figli – cioè i nostri nipoti – sono “anche” bambini, quindi sì, vogliamo ai bambini più bene. Poi, vale solo per qualcuno, i figli (adulti) a volte sono anche un po’ esse-ti-erre-o-enne-zeta-i. Eh sì, se vogliamo dire le cose come stanno, è così. A volte – solo a volte- qualcuno ci tratta un po’ come rimbambiti, a volte assumono quell’aria di superiorità con noi che se non avessero superato i trent’anni ci verrebbe voglia di mollar loro un ceffone. Insomma, i figli son figli e si vuol loro tanto bene, pure se ci fanno girare le cosiddette, ma i bambini…!

RISPOSTA AL PUNTO UNO – In parte si è capito,   vogliamo troppo bene ai nostri nipoti, perché – a differenza dei figli – non è compito nostro educarli. E loro sono puri, sono tutti da plasmare, accettano le osservazioni anche dai nonni e non si sentono mai superiori quando ci insegnano qualcosa.  Perché loro, i piccoli, hanno sempre qualcosa da insegnare. Solo per il fatto che esistono, a questo punto, si è autorizzati a viziarli.

PUNTO DUE – Noi nonni siamo sempre in agguato, siam lì che guardiamo come tirate su i vostri figli e ci piacerebbe tanto dire la nostra, ma non ci è concesso perché, giustamente (mi ripeto), tocca a voi educarli. E noi, dall’alto della nostra esperienza, la vediamo lunga su certe cose. Sbraitare sempre non va bene, per esempio. Punire entrambi i fratelli per una marachella che si sa compiuta da uno solo, non va bene. Tirarli su allo stesso modo nemmeno, perché sono individui, soggetti a se stanti, mica peonie da coltivazione. Ma noi zitti. Meriteremmo un premio, volendo vedere.

RISPOSTA AL PUNTO DUE – Così noi li consoliamo, spieghiamo ai nipoti – a voce bassa sennò voi mamme e papà sentite – che non devono, che è sbagliato quello che han fatto. Ma ci aggiungiamo una carezza, un bacio. E non pensate, care mamme e papà, che con questo vi si tolga autorità. I bambini san benissimo che è compito dei nonni consolare. Vedete di capirlo anche voi. Anzi, vedete di capire che non è proprio un viziarli, questo.

PUNTO TRE – Siamo tutti per un’alimentazione sana, io in modo particolare. Pochi pasticci non vuol dire NIENTE. Noi siamo sopravvissuti al DDT, ai dadi che negli anni 60 erano tanto di moda, a tutta una serie di coloranti e conservanti che poi hanno messo al bando,  alla porchetta ad ogni festa di paese, alla focaccia per merenda a scuola tutte le mattine. Vogliamo dire che un sacchetto di patatine al mese non ucciderà i vostri figli? Tanto loro le vogliono soprattutto per le sorprese…

RISPOSTA AL PUNTO TRE – Non dite, cari figli “Eh…. Questi nonni vi riempiono di porcherie” perché non siamo scemi, noi nonni. Un sacchetto di patatine era. Voi invece, che li portate al ristorante cinese?  Che amate (e pure i piccoli) McDonald? Sano eh… Insomma, non dite che li viziamo, dite piuttosto che vi va di dir sempre la vostra su tutto!

PUNTO QUATTRO – Anche di televisione non è mai morto nessuno. Vi siete dimenticati, cari figli, che siete cresciuti a pane e Candy Candy, Lady Oscar, Lupin, Daitarn III, Mazinga, Belle e Sebastien, Chobin  e via televisionando? Ora, son d’accordo con voi che è meglio una bella passeggiata, che ora c’è pure il tablet, pieno di tentazioni, ma una via di mezzo?

RISPOSTA AL PUNTO QUATTRO – Un po’ di tv serve anche per rilassarsi, per riposarsi, non è “il male del mondo”. Quando vengono a casa nostra sarebbero sempre davanti alla tv? Beh, se hanno appena passato le vacanze tra nuoto, giochi all’aperto, corse, piscina e passeggiate, ora vorrebbero pure riposarsi un po’.  Quindi, un po’ di giochi e un po’ di tv, senza esagerare. Diciamo che più di un vizio è un po’ di buonsenso.

PUNTO CINQUE – Quante volte ci mordiamo la lingua, non interveniamo nelle discussioni tra voi e i vostri bambini! Ma a volte ci scappa un’obiezione e allora apriti cielo… “non davanti ai bambini!” è la parola d’ordine. Invece sbraitare (davanti ai bambini) con i nonni si? Sminuire la vostra autorità non si può (giusto) ma invece sminuire i nonni si?

RISPOSTA AL PUNTO CINQUE – Noi a volte sbagliamo, si sa. Per voi figli praticamente sempre. Ma basta strizzare l’occhio ai nipoti e loro capiscono che non ce la siamo presa. E che se siamo dalla loro parte non è per distruggere il lavoro educativo che fate, ma perché dall’alto della loro saggezza sanno che nonni = vizi. E invece genitori = rigare dritti. Non sminuite la loro intelligenza, sanno che devono obbedirvi e che noi siam lì apposta per difenderli, nei modi che ci sono concessi, cioè pochi.

Mi sarò spiegata? Capite ora, mamme e papà, perché abbiamo l’etichetta, sbagliata, di viziare i vostri figli? Siate onesti, voi fate il vostro lavoro di educatori che noi facciamo il nostro di nonni.

(foto Pinterest)

Questa voce è stata pubblicata in Leonardo e Isabel: un grande amore e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Perché i nonni viziano i nipoti

  1. ivavitali scrive:

    Hai scritto tanto, io non ci riuscirei ! Sei stata chiara ,come sempre !

  2. anna scrive:

    …Mi cospargo il capo di cenere. Però io non sn così fiscale cm mamma/figlia. Oaalmeno credo. 😉 anna

  3. Mamma Piky scrive:

    L’ha detto bene con l’ultima frase Anna…noi facciamo il lavoro di genitori voi fate quello di nonni ed i nonni non sarebbero nonni se non concedessero qualche sgarro. Non mi chiedo nemmeno perché, io stessa a volte cedo anche in qualità di mamma, e non sto certo lì a sindacare per la tv di troppo o qualche dolce extra. Sui principi base però scommetto che la vediamo comunque allo stesso modo, e questo è l’importante.

    • WonderNonna scrive:

      Sui principi base, per fortuna, non si discute. Ma a volte si discute su tutto il resto, Maria Elena. E – secondo me – spesso inutilmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *