Liberiamo una ricetta: fave e… verdura!

E se raccontare una favola al nipotino fosse anche un modo per fargli conoscere un legume, una verdura… insomma un piatto nuovo? E’ quello che è capitato a me, quando ho letto a Leonardo “Tommy e il sacchetto di fave magiche”. La storia gli era piaciuta ma, dall’alto dei suoi (allora) 3 anni scarsi, non conosceva le fave. “Che cosa sono nonna? Si mangiano?” e allora ho modificato un’antica ricetta pugliese per fargli assaggiare queste misteriose fave. Ecco la ricetta

Ingredienti:

200 gr di fave secche sgusciate

Una grossa patata

500 gr  a scelta tra erbette, catalogna, cima di rapa, cicoria o un misto delle stesse

Olio di oliva evo q.b.

Procedimento:

Ho messo a bagno la sera prima le fave. Il mattino dopo le ho sciacquate, messe in una pentola  e le ho coperte d’acqua, giusto due dita sopra  il livello delle fave. Ho sbucciato la patata, l’ho tagliata a piccoli pezzi e l’ho messa nella pentola con le fave, portando tutto a ebollizione. Ci vuole circa un’oretta perché il tutto sia cotto e l’acqua assorbita. Solo a quel punto ho aggiunto il sale.

Nel frattempo ho mondato la verdura e l’ho scottata in poca acqua salata. Ho scelto erbette e spinaci, meno amare di cima e cicoria.

Scolata la verdura, l’ho fatta saltare in padella con olio e aglio (non ho aggiunto il peperoncino, visto che volevo farla assaggiare a mio nipote).

Ho frullato le fave, aggiunto l’olio a filo mescolando continuamente.

Ho impiattato  il purè di fave con accanto la verdura.

Non sorprendetevi se a mio nipote è piaciuto: peperoni a parte, lui mangia davvero di tutto!

Le storie sono per chi le ascolta, le ricette per chi le mangia. Questa ricetta la regalo a chi legge. Non è di mia proprietà, è solo parte della mia quotidianità: per questo la lascio liberamente andare per il web

 

Questa voce è stata pubblicata in La cucina di ieri e di oggi. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Liberiamo una ricetta: fave e… verdura!

  1. Daria scrive:

    Che buono il purè di fave… da tanto che non lo faccio… mi hai fatto venire voglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *