IL NUOVO BLOG, L’ANDREA , IL C…AMBIAMENTO, DICIAMO. E IL BECCHIME PER I POLLI

Se Manzoni sosteneva di avere 25 lettori, io devo partire da tre, e già è tanto… Allora, i miei tre lettori dovrebbero essersi accorti che il blog qui presente ha cambiato faccia. Anzi, qualcuno me l’ha pure scritto (“Uh, che brava, hai fatto dei cambiamenti!!”). Tesori di mamma… IO?? No, dico, rendiamoci conto. A me la sola parola hosting fa paura, mi vengono le convulsioni a sentir nominare Google analytics perché mi ci hanno pure iscritto, ma quanto a capire come funzioni, è un’altra cosa.

Insomma, io sto alla tecnologia come un pinguino sta al sole. Non so fare niente, non capisco niente e mi rifiuto di imparare perché ci ho provato e non ci sono riuscita. Oh, là.

Detto questo, quando ho deciso di creare Wondernonna ho dovuto affidarmi a un esperto. Ho pagato e ho avuto il mio blog, ma per l’assistenza ho visto l’esperto farmi ciao con la manina e sparire. Poi ho avuto un’amica che mi ha dato una santa mano nei momenti di crisi (Serena, parlo di te) ma alla quale non potevo chiedere miracoli. E il fatto è che mi ero accorta che gli altri blog erano molto più immediati del mio, che – vabbè, lo ammetto – era proprio un blog vecchio. Insomma, avevo bisogno di rimetterlo in sesto, oppure era meglio mollare.

Tutto questo succedeva a dicembre. Ora, i miei tre lettori sanno che non ho sponsor, che scrivo quel che mi pare, come mi pare, quando mi pare, quindi, in parole povere, non ho entrate e il budget per rifare il blog faceva ridere i polli.

Ecco che, mancava poco a Natale, il pollo si è improvvisamente materializzato. No, no, non fraintendete, mica è dispregiativo il termine “pollo”. Tutt’altro! Vi dico solo che è vestito da Babbo Natale, per dire.

Insomma, pensa che ti ripensa la mia mente diabolicamente idiota partorisce la formica (manco il topolino, proprio la formica) e mi viene l’idea geniale. Installo con WordPress un nuovo blog e ci rovescio dentro il contenuto del vecchio, che poi abbandono. Ahahahahah… potete ridere anche voi, perché sceme in giro ce ne sono, ma io le batto tutte.

Armata di pazienza e determinazione apro il mondo del web e cerco. Potete provarci anche voi, ci sono decine e decine di siti che – a sentir loro – ti aiutano a cambiare il blog. Ne scarto subito più della metà, si vede a occhio nudo che son fregature. Ne scarto altri che usano termini troppo difficili per la mia età e il mio stato mentale. Dopo di che, zac… apro WP pratico e la prima frase che leggo è “sai accendere un computer? E’ tutto quello che ti serve per imparare ad usare WordPress”. Mi ha conquistata proprio questa frase.  E’ lui! E’ il mio sito! Perché va bene tutto, ma ad accendere il pc son buona!

Usa parole semplici (le capisco pure io), ti fa scaricare un intero corso (tanto materiale) GRATUITAMENTE per imparare ad usare WordPress, ti segue passo passo  nella creazione del tuo blog.

 

Mi entusiasmo, ma capisco che ho bisogno di un supporto personale, io devo sapere come “traslocare” il contenuto del vecchio blog in uno nuovo. E allora mi armo di coraggio e scrivo. Faccia tosta eh? Un po’.

Il riferimento è Andrea Giavara, creatore del sito. Vedi che ho avuto l’intuizione giusta? E’ di Padova, la città di mio padre! Insomma, scrivo pensando “Già mi sono scaricata il materiale gratis, ora questo mi risponde ma che altro  vuoi?”. Macché, mica vero. Mi risponde e mi dà consigli utili e mi dice che non devo creare un blog nuovo ma modificare quello vecchio.  Eccallà… ci siamo. Rispondo timidamente che non sono capace e chiedo quanto mi costerebbe farlo fare da lui. Immagino già millemila euro in palio e piango.

Invece segue uno scambio di lettere lento ma costante, dove lui, Andrea, non perde la pazienza (io, giuro, l’avrei fatto), ma mi aiuta, eccome.  Passano settimane e anche mesi (nel frattempo tutto è rallentato dalla mia frattura) ma insisto… io so che i professionisti mica lavorano gratis. E lui, gratis, ha già messo online il corso, ha risposto a qualche decina di mail demenziali  e, santo cielo, manco ha perso la pazienza. Insomma, chiedo quanto mi verrebbe a costare. Ci credete? No, lo so che non ci credete, ma è così, giuro.

Lui, l’Andrea, il mio blog l’ha visto, sa che sono una nonna, sa che è tutto lì, nudo e crudo e senza sponsor. Insomma, valuta la mia situazione e mi spara una cifra…  Dai, Andrea, non scherzare, ti ho rotto le favelas da mesi, ti chiedo di modificare il blog e tu… No dai, non ci credo.

Ecco perché sopra parlavo di pollo, perché praticamente quel che mi ha chiesto è becchime, niente di più. Forse perché la cosa è nata a Natale? Forse perché vuole che mi tolga dalle scatole? Forse perché è una persona per bene? Sì, credo in quest’ultima ipotesi. Ho un blog nuovo pagato in becchime per i polli, e devo tutto a questo ragazzo a cui credo di stare almeno simpatica. Sennò non si spiega.

Insomma, il mio regalo di Natale l’ho avuto con un po’ di ritardo, ma l’ho avuto. Se avete un’amica, un conoscente, uno zio, un nonno che si mette in mente di creare un blog, ditegli di digitare sul pc “Wp pratico” e di partire da lì. L’Andrea non vende fumo, ma solide realtà… mhm, no, questa è un’altra cosa. Insomma, è onesto, preciso, chiaro. Se poi volete un blog professionale, è lì apposta, sia chiaro. E siccome è onesto (lo ripeto, ma ci sta) sono sicura che vi farà un prezzo onesto.

E adesso ditemi se questo blog verde speranza vi piace, perché se ho cambiato tutto (per merito di Andrea) è per voi, i miei tre lettori. Oh là.

 

Questa voce è stata pubblicata in Com'era difficile essere figli e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a IL NUOVO BLOG, L’ANDREA , IL C…AMBIAMENTO, DICIAMO. E IL BECCHIME PER I POLLI

  1. Mamma Piky scrive:

    Di sicuro il tuo Andrea (e nel mio caso Iole) sono mossi da una cosa che si chiama passione, per quel che si fa e per quel che si è e credo che siano proprio loro e le persone come loro, ad essere i veri vincenti nella vita. Che tu Anna non ci capisci in tecnologia non mi pare vero, da quando ti leggo, ti ho sempre visto come un’icona del web: giuro!!! Il blog mi piace e complimenti ad Andrea ma anche a te, perché la cosa più difficile di cambiare qualcosa, è trovare il coraggio!!

    • WonderNonna scrive:

      Passione e buon cuore, direi… Tanto buon cuore. Ti assicuro che quando parlo di becchime, è davvero becchime!
      Dopodiche parliamo di me, ICONA DEL WEB. Oddio, tutto potevi dirmi (tu sei gentile ed esageri sempre) ma questo… sei sicura? Son proprio io?? L’asina del mondo digitale? Ahahah… ti abbraccerei, guarda! In quanto al coraggio, beh sì, a dire tante scemate coraggio ne ho!

  2. ivavitali scrive:

    A volte scrivo su una cosa che si chiama” Pensieri al vento “,Quella pagina la creai io una sera,e non so bene neanche come , ma non so che differenza c’è tra quello e un blog

  3. mamma avvocato scrive:

    Piacermi mi piace, solo che sui blog di wordpress io non riesco quasi mai a commentare!!! E quindi preferivo prima (la grafica, però, è bella).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *