Fasioi in tecia

Oggi voglio proporvi una ricetta insolita. O meglio, non insolita, ma la ricetta della mia famiglia. Ho guardato e riguardato altre ricette di questi “fasioi in tecia” ma no, non ce n’è una uguale, quindi vi propongo la mia.

I fagioli, come ben sapete, sono un ottimo sostituto della carne e sono un piatto povero. D’inverno, a casa mia, si pulivano i fagioli secchi dagli scarti (sassolini, rametti) si lavavano e si mettevano a bagno,  in modo da poterli cucinare il giorno dopo. E io ne ero strafelice, perché adoro questo piatto, che va servito in mille modi. La “morte sua” è con la polenta abbrustolita, ma se volete servire un insolito antipasto, basta spalmarli sul pane tostato o sui crostini di polenta. Affiancatela alla salsa guacamole, se vi piace, così potete intingere le tortillas, o i crackers. Vi avviso, crea dipendenza!

Ingredienti x 6-8 persone

  • 500 gr di borlotti secchi
  • un rametto di rosmarino
  • 4 spicchi d’aglio
  • olio una tazzina
  • sale
  • pepe

Mettete a pure-di-fagiolibagno i fagioli la sera prima, per circa 10 ore. Scolateli, metteteli in una pentola d’acqua fredda che li copra abbondantemente e fateli lessare con il rametto di rosmarino per 90 minuti circa. Mezz’ora prima di spegnere il fuoco, salate a piacere

Quando sono cotti spegnete il fuoco e a parte fate soffriggere in una padella capiente gli spicchi d’aglio nell’olio fino a rosolarli. NON toglieteli. Passate con il passaverdura a fori larghi (la consistenza del fagiolo si deve sentire) i fagioli lessati, prendendoli con un mestolo forato. Aggiungete ogni tanto mezzo mestolo del brodo dei faglioli stessi e uniteli al soffritto di aglio e mescolate per una decina di minuti . La consistenza deve essere quella di un purè morbido. Aggiustate di sale se serve, una grattatina di pepe non ci sta male.

Il problema è l’aglio, che dovrete togliere man mano che mangiate i fagioli, perché bisogna lasciarlo lì, ad insaporire il piatto

Ed ora sbizzarritevi: potete usarli come un normale contorno (con un petto di pollo alla griglia, con del formaggio o come ho detto prima con la polenta).

Buon appetito.

Questa voce è stata pubblicata in La cucina di ieri e di oggi. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Fasioi in tecia

  1. Mammapiky scrive:

    Qui la zuppa di fagioli si fa un pò diversa. I fagioli si lasciano interi ed io aggiungo una pasta fresca che chiamiamo “maltagliati”. Alcuni al posto della pasta, mettono salsicce…ed in verità io non uso i fagioli secchi ma quelli precotti del barattolo ;-)))))

    • WonderNonna scrive:

      Ahahah, ma quella della pasta e fagioli è un’altra ricetta! Questo è un contorno! Comunque pure nel Veneto la pasta e fagioli si fa con i maltagliati freschi. Anzi… mi sa che domani la preparo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *