E’ giusto insultare una mamma che dà una sculacciata al figlio?

Se volete vedermi completamente spompata e inerte, fatemi stare al caldo. Il caldo proprio non lo sopporto, non quello di questi ultimi giorni, almeno. Sudo come una fontana anche se sto ferma e mi limito a respirare, non riesco a fare niente, davvero mi sento male. Ecco perché ho ritrovato solo oggi la voglia di scrivere di un episodio che non mi ha visto protagonista, ma mi è stato raccontato. Lo racconto perché mi piacerebbe sentire il vostro parere in proposito.

Il caldo c’entra, eccome, tanto per cominciare. E’ vero che io sto male in maniera esagerata, ma di esagerato quest’anno ci son state le temperature, da record. E quando il caldo impazza, si diventa nervosi, irascibili, per niente disposti a sopportare.

Ora, succede che in una spiaggetta isolata c’è una mamma, un papà, i due loro vispi figlioli e più in là, in gruppo, nonni e nonne  rintanati sotto l’ombrellone per via del caldo di cui sopra.

Il più grande dei bambini della coppia si tuffa in acqua, risale, va a caccia di ricci di mare (!), si mette in situazioni pericolose nonostante la mamma lo richiami più volte. Va avanti così per ore, tra urla moderate della mamma, promesse di punizioni e varie ed eventuali. Il più piccolo non è da meno, ovviamente. Sale sugli scogli con la mamma che corre a riprenderlo, butta i sassolini della spiaggia ai vicini. Insomma, mi metto nei panni della mamma, che quando non urla con uno, grida con l’altro.

Ad un certo punto, complice – appunto – il clima torrido, questa mamma perde la pazienza. Dopo l’ennesimo richiamo al più grande dei suoi figli gli assesta una sculacciata per l’ennesima disobbedienza. Non una sculacciata pesante, una sculacciata volta a richiamare l’attenzione del figlio ribelle.

Ed ecco che il gruppo dei nonni insorge, prendendo a male parole la mamma, urlando a più non posso, in gruppo, minacciando di chiamare la polizia per percosse.

La mamma è atterrita, immobile, frastornata e circondata da questi nonni inferociti. Il bambino si mette a piangere, giura che la sua è la mamma più brava del mondo, ha paura dell’arrivo della polizia e sussurra “ora ti portano via, mamma?”.  Il piccolo è terrorizzato, la mamma lo prende tra le braccia e sussurra “avete fatto più danni voi con le vostre parole, che io con la sculacciata”. Per fortuna le forze dell’ordine non sono intervenute, ma lo spavento e l’angoscia sono state tantissime.

Ora, non sono certo del parere che picchiare i bambini (che è un’altra cosa rispetto alla sculacciata di cui sopra) sia ammissibile. Ma c’è una grande differenza tra un gesto di stizza dopo ore e ore di richiami e urla, e i maltrattamenti. Io confesso che qualche sculacciata a mia figlia l’ho data, in situazioni estreme e dopo averle provate tutte. Non per questo mia figlia è cresciuta traumatizzata. E una volta, quando mia figlia era bambina, erano ancora “di moda” le punizioni corporali. Probabilmente la stessa epoca di questo gruppo di “nonni”. Probabilmente, ripeto, se ne sono dimenticati . Tanto non c’è nessuno a testimoniare.

Quel che mi sorprende è che non si sono nemmeno resi conto del trauma che hanno provocato nel bambino, ben più grave di quello della sculacciata. E ricordiamo, chi è senza peccato scagli la prima pietra.

Questa voce è stata pubblicata in Leonardo e Isabel: un grande amore e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a E’ giusto insultare una mamma che dà una sculacciata al figlio?

  1. Mamma Piky scrive:

    Ma io dico come viene in mente a chicchesia di fare una scenata di questo tipo ad una mamma per una sculacciata. Con che superbia si parla? Il buonismo più puro e perverso, magari da chi si volterebbe dall’altra parte per quelle che potrebbero essere considerate vere tragedie…non so se sarei riuscita a mantenere la calma (da mamma) con questi signori!!

  2. WonderNonna scrive:

    So invece, cara Maria Elena, che la mamma in questione si è sentita umiliata, offesa. La conosco, questa mamma, so che per i figli (occorre dirlo?) darebbe la vita. Ma conosco anche i bambini, in generale, so che a volte te le tirano fuori dalle mani, come tutti… Sinceramente questa vicenda l’ho vista dalla parte dei nonni e non trovo nemmeno io nessuna giustificazione. Come dici tu, come si sono permessi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *